Multivitaminici utili per l'inverno

Quali sono i benefici dei multivitaminici e perchè sono importanti nella stagione invernale?

Il fatto che, una volta compreso il loro ruolo, siano state chiamate “vitamine” ovvero “ammine per la vita” dovrebbe già da se far riflettere su come queste sostanze ricoprano un ruolo essenziale nel nostro organismo.

Quali sono i ruoli dei multivitaminici?

È molto difficile dirlo nel dettaglio in quanto le vitamine ricoprono ruoli ubiquitari nell’organismo umano, occupandosi praticamente di “un po’ di tutto” o meglio di far funzionare correttamente una molteplicità di funzioni.

Per capire meglio questo aspetto possiamo pensare al nostro organismo come a una serie enorme di reazioni biochimiche strettamente dipendenti l’una dall’altra; quando tutto funziona correttamente l’organismo adempie alle sue funzioni rimanendo in salute, ma quando anche una sola reazione non funziona come si deve, provoca a cascata il malfunzionamento di tutta un’altra serie di reazioni a essa collegate, innescando un meccanismo a catena in grado in molti casi di alterare nella globalità alcune funzioni dell’organismo causando vere e proprie malattie.

Le vitamine sono davvero importanti?

Per fornire una risposta pensiamo ad alcune gravissime malattie come lo scorbuto, dipendente dalla sola carenza di vitamina C con esiti devastanti su tutti i tessuti dipendenti dal collagene (per la cui sintesi la vitamina C si rivela essenziale) o alla pellagra con effetti altrettanto devastanti sul sistema nervoso e cutaneo, dipendente dalla semplice carenza di niacina una vitamina del gruppo B per appunto definita anche come vitamina PP o Preveniente Pellagra.

Quale ruolo esercitano le vitamine nel nostro organismo, direttamente e indirettamente?

La vitamina C

Tornando all’esempio della vitamina C, vediamo come essa eserciti un ruolo diretto in qualità di antiossidante, partecipando direttamente alla catena di risposta allo stress ossidativo (vitamina E, vitamina C, glutatione, ecc...) e un ruolo indiretto in qualità di cofattore enzimatico ( pensiamo all’enzima come a un operaio che deve fare uno specifico lavoro e al cofattore come all’utensile utilizzato dall’operaio) per la sintesi di collagene, e questi sono solo due dei tanti ruoli esercitati dalla vitamina C.

Questo breve esempio potrebbe essere esteso anche a tantissime altre vitamine in quanto, praticamente tutte, ricoprono una serie di ruoli essenziali sia diretti che indiretti.

La vitamina D

Basti pensare alla vitamina D che ricopre talmente tanti ruoli essenziali per il corretto funzionamento di tantissime componenti dell’organismo, dal metabolismo osseo al funzionamento del sistema nervoso, da farla definire addirittura ormone D.

Più aumentano le conoscenze relative ai suoi ruoli nell’organismo più la sua carenza viene associata a disturbi o a vere e proprie malattie fino a qualche tempo fa “insospettabili”.

A questo punto dovrebbe essere chiaro come una corretta assunzione vitaminica rappresenti una priorità dal punto di vista nutrizionale, per cui si rende necessaria una riflessione relativa al contenuto vitaminico di cui realmente possiamo beneficiare con gli alimenti che abbiamo a disposizione; infatti la produzione industriale e la lunga conservazione se da un lato hanno permesso una maggiore disponibilità di alimenti per tutti, dall’altro hanno provocato un’importante riduzione del valore nutrizionale di molte fonti alimentari, per cui non sempre è possibile avere la certezza di un buon apporto vitaminico anche con buone scelte alimentari.

Un'altra problematica è correlata ai singoli fabbisogni, in quanto in una famiglia, dove magari con variazioni di quantità, tutti assumono gli stessi alimenti nel contesto di un pasto, troviamo un adulto sedentario, un adulto attivo , una persona anziana e magari un bambino, ognuno con uno specifico fabbisogno per cui è possibile soddisfare solo parzialmente le necessità di tutti diversi componenti della famiglia.

Quando assumere le vitamine?

Ultimo, ma non meno importante da considerare, è anche la periodicità, durante l’anno nei periodi particolari come ad esempio i cambi di stagione, è possibile che si verifichino incrementi del fabbisogno correlati alla necessità di adattarsi a nuove condizioni ambientali.

Considerati questi aspetti l’utilizzo nutraceutico delle vitamine, soprattutto in formulazioni specifiche per fasce di età e per livello di attività fisica si mostra particolarmente interessante in quanto utilizzabile razionalmente nel completamento di una sana e variata alimentazione, soprattutto in soggetti a rischio per diversi motivi di deficit nutrizionali oppure nei periodi dell’anno dove al nostro organismo è richiesto un impegno maggiore.