Metilsulfonilmetano: recupero post infortunio di tendini e muscoli danneggiati

Il metilsulfonilmetano (MSM) è un composto organico solforato presente in natura in alcune varietà di frutta, ortaggi e granaglie e può essere a livello alimentare un’ottima fonte di zolfo, utile ai fini metabolici per favorire funzioni enzimatiche come la detossificazione e la sintesi di importanti aminoacidi come la metionina, la cisteina e la taurina.

L’assunzione di MSM a dosi, comprese tra 0,5 e 3 g/die, consente di diminuire lo stato di sofferenza del tessuto traumatizzato, migliorando la flessibilità e la permeabilità della membrana cellulare, favorendo il deflusso verso l’esterno delle sostanze infiammatorie e tossiche in eccesso.

Diversi studi sperimentali hanno dimostrato effetti benefici dell’integrazione con metilsulfonilmetano nell’artrite e nei dolori associati all’infiammazione, nella riparazione muscolare post-esercizio e nel ripristino dell’omeostasi dei tendini.

I tendini sono tessuti particolarmente soggetti a usura, indebolimento e rottura, si pensi per esempio quanto possa aumentare il rischio di tendinopatie e traumatismi cronici per un nuotatore che si allena percorrendo fino a 15 km al giorno eseguendo più di un milione di bracciate all’anno.

Integrazione di metilsulfonilmetano

L’integrazione con MSM, in associazione a glucosamina negli sport praticati ad alto livello in un periodi di intenso allenamento e nel post infortunio, può rivestire un ruolo fondamentale, specialmente quando avvengono movimenti di torsione ripetuta a carico di spalla, ginocchio e caviglia.

L’effetto antinfiammatorio e antidolorifico del MSM fornirà un aiuto immediato nel trauma acuto, migliorando il drenaggio dei mediatori infiammatori dai tessuti connettivi e favorendo in contemporanea l’entrata all’interno della cellula di sostanze nutritive.

Tale effetto garantisce un recupero tissutale più efficace, non solo a livello specifico su tendini e connettivi, ma anche sulle cellule muscolari infiammate e traumatizzate rendendo il MSM un integratore utile nel post-infortunio ma anche nel trattamento dell’usura articolare e muscolare dello sportivo in stato di “overtraining”.

Leggi anche: Glucosamina: tutti i benefici per i problemi articolari

La somministrazione sinergica di glucosamina a dosaggio massimo assorbibile di 500mg permetterà inoltre un mantenimento e un miglioramento della struttura e della funzionalità cartilaginea.

L’utilizzo quindi di glucosamine, metilsulfonilmetano, omega3 e funzionali, costituiscono pertanto una base insostituibile d’integrazione mirata alla prevenzione e al recupero, non solo ai fini della performance atletica, ma anche nel mantenimento della corretta omeostasi dell’organismo.